Tre passi avanti

Mica l'ho capito cos'è successo. Lo fa questo passo indietro? Ma va o non va?
E soprattutto, se va, va dove lo mandiamo noi!??!?

Che poi, non lo so mica se è così positivo che se ne vada. Nel senso. Oltre a non vedere una valida alternativa che risollevi l'Italia dalo stato catastrofico in cui è. E' che l'amico B. ha preso degli impegni, e sarebbe stato meglio, secondo la mia DEMOCRATICISSIMA opinione, prendere un'arma qualsiasi (anche la minaccia di non fargli più vedere la gnocca può funzionare) e OBBLIGARLO a infilarsi le mani in tasca, che tanto i soldi sono i nostri.
Sennò facciamo la stessa fine delle altre volte: va su la sinistra, riesce a malapena a mettere due toppe ai buchi che ha lasciato LUI e poi badaban, siam di nuovo da capo.

"Guarda, che lui vinca o perda, tanto nella merda non ci finirà!"
Daniele Silvestri - Che bella faccia

Commenti

  1. fa un passo di lato e non va dove gli diciamo noi. Farà di tutto per restare dietro le quinte e continuare a dirigere la giostra. Se tutto dovessere andare male, si lancerebbe su elezioni subito ed assisteremo alla campagna elettorale più martellante (e sicuramente sarà oltre ogni regola) che si sia mai vista.
    Se dovesse toppare anche lì, resta sempre la speranza di diventare presidente della repubblica nel 2013. IN tal caso, potrei seriamente lasciare l'Italia!

    RispondiElimina
  2. questa politica mi manda fuori di testa.Solo ed esclusivamente persone senza dignita'...

    RispondiElimina
  3. bah, di sicuro non si respira un'aria migliore, e le facce e le parole son sempre le stesse...

    RispondiElimina
  4. Fa un passetto di qua e uno di là e ritorna al punto di partenza...

    Un abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina
  5. il punto è che c'è il nulla totale a prescindere!

    RispondiElimina
  6. Secondo me non se ne va (porcaccia la miseria)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

L'insegnamento di nonna

Essere servizio-civilista