giovedì 24 novembre 2011

Luciano

Io AMO Gaber, è una cosa ormai risaputa. Amo il modo in cui sapeva descrivere le persone, i vizi e le virtù, partendo da storie semplici. Come questa:

Forse l'avevo già sentita, ma senza ascoltarla. Il "difetto" di Gaber è che non lo puoi ascoltare con un orecchio solo, devi metterli in gioco tutti e due, e metterci anche il cervello. Non arriva immediatamente, forse è anche il motivo per il quale è rimasto un pò più in ombra. Non so.
Fatto sta che questa canzone l'ho riascoltata qualche giorno fa mentre riguardavo lo spettacolo teatrale Un certo Signor G. Proprio mentre stavo vivendo queste emozioni. L'ho trovata PERFETTA. Ironica e pungente allo stesso tempo. E REALE! Fantastico e tremendo il finale...
E voi, quanti Luciani conoscete?

5 commenti:

  1. il signor G era un genio... questa non la conoscevo!!

    RispondiElimina
  2. Davvero geniale,io ho avuto la fortuna di vederlo dal vivo e mi stimo un po'!!:-))

    RispondiElimina
  3. Non lo conosco. Era un genio e ne sono consapevole, ma non lo conosco.
    Cercherò, ch'è un periodo troppo pieno di musica, per me, questo.
    Devo conciliare troppe canzoni..
    baaci
    Minerva

    RispondiElimina