giovedì 29 novembre 2007

Home, sweet home.


Finalmente a casa! Sono partita un giorno prima per lo sciopero dei trasporti di domani. Una gioia sconfinata dover dare 28.90€ a Trenitalia quando in genere riesco a spenderne 14€. Ah, che soddisfazione. Però almeno mi godo mezza giornata in più a casina (alle 10 di domenica sarò di nuovo sul treno per tornare a Cesena), il che non guasta. Mi posso godere il mio cagnolino che, giunto alla veneranda età di 16 anni, inizia a perdere diversi colpi e vederlo così, da ultra pimpante come era, mi fa stringere il cuore. Stavolta però l'ho trovato benino e questo mi tira sù il morale. Anche mia mamma, che ha subito un'operazione all'occhio qualche settimana fà, sta meglio e anche ciò mi fa un immenso piacere. Poi che altro!? Ho fatto il viaggio insieme a una nuova compagna di facoltà e abbiamo chiaccherato tutto il viaggio (ben 5 ore e 45 minuti) conoscendoci meglio e scambiandoci opinioni su un sacco di argomenti in modo divertito. Devo dire che è molto diversa da me, almeno un pò in apparenza, perchè alla fine i valori di fondo sono gli stessi, ma è una diversità che mi piace... Abbiamo parlato di tante cose e non mi sono mai annoiata, come purtroppo invece mi capita spesso con altre persone che magari conosco da anni. Quelle che parlano parlano e non dicono nulla. E dire che con questa ragazza abbiamo frequentato l'università a Firenze isieme ma là non ci eravamo scambiate nemmeno mezza parola! Spesso la vita è strana... E a volte riserva delle piacevoli sorprese!
Ovviamente le noti dolenti arrivano sempre, ma ora sono troppo stanca per mettermici a pensare. Meglio un buon sonno che mi rifocilli il corpo e (speriamo) lo spirito.

mercoledì 28 novembre 2007

Apro il giornale e leggo che, di giusti al mondo non ce n'è...

Ci sono due notizie che mi hanno turbata non poco in questi giorni. La prima è la sospenzione della fiction "La vita rubata" che io ieri aspettavo in gloria, perchè interpretata dal bravissimo Beppe Fiorello. Non mi sono persa una sua fiction da quando ha iniziato a fare l'attore e benchè siano tutte drammatiche e "impegnate" (e io in genere preferisco i temi più leggeri) non ce n'è stata una che mi ha delusa! Piccola parentesi, se non si fosse capito: io adoro Beppe Fiorello e OVVIAMENTE suo fratello Rosario. Quando si dice che il sangue non è piscio... Evviva il Dna della famiglia Fiorello! Apparte questo, ieri sera accendo la tv e vedo che invece de"La vita rubata" sta iniziando "Donna-detective". P-A-N-I-C-O!!! Corro a vedere sul giornale se non ho sbagliato giorno e no, era prevista per ieri. Cerco notizie su internet e,con mio immenso dispiacere, trovo questo:
La Rai ha deciso di rinviare a data da destinarsi la programmazione della
fiction 'La vita rubata', prevista per martedi' 27 novembre. La Direzione
Generale, si legge in una nota, ha accolto la richiesta del presidente della
Corte di Appello di Messina che, attraverso il Ministro di Giustizia, ha
segnalato come la messa in onda della fiction sull'assassinio di Graziella
Campagna avrebbe potuto turbare la serenita' dei giudici della Corte d'Assise di
Appello che dal 13 dicembre si riuniranno in udienza proprio per il processo che
riguarda l'assassinio di Graziella Campagna.
Per leggere tutta la notizia: http://www.rainews24.rai.it/notizia.asp?newsID=76054 ci sono dei commenti davvero interessanti.
Io non ho parole. Vespa monta e smonta biciclette dal delitto di Garlasco, avrà fatto non so quante puntate su Cogne, la Franzoni è andata nel talk show a piangere tante lacrime da risolvere la crisi idrica che si presenta ogni estate, e per una fiction i giudici si turbano!? Cavolo, che giudici suscettibili! Sarà mica che il tema è un tantino scottante!? Beh, non ci facciamo domande, mi sa che è meglio.

L'altra notizia fantastica è che
ROMA (Reuters) - Il ministro della Giustizia Clemente Mastella è sconcertato per
il fatto che Marco Ahmetovic, il giovane romeno ai domiciliari per avere ucciso
quattro ragazzi mentre guidava ubriaco, sia diventato testimonial di una linea
di articoli in vendita sul web e ha disposto accertamenti in proposito.
Lo si
legge in una nota del ministero.
"La scelta delle misure cautelari compete
esclusivamente al giudice, e su di essa non sono possibili interferenze del
ministro della Giustizia, e questo a prescindere dai sentimenti personali del
guardasigilli, che prova tristezza e sconcerto di fronte a chi sfrutta le
proprie colpe e la morte altrui per acquistare notorietà e denaro", dice la
nota.
"Nel caso di Marco Ahemtovic, il ministro ha chiesto ai propri uffici
di avviare accertamenti specifici sulle modalità del regime detentivo cui è
attualmente sottoposto l'Ahmetovic, e sulla compatibilità di tale regime con lo
svolgimento delle attività lucrative riportate dalla stampa", prosegue la
nota.
Nei giorni scorsi una serie di prodotti che hanno come testimonial
Ahemtovic sono stati messi all'asta sul sito eBay, dove oggi, però, l'inserzione
risulta rimossa.
Un parlamentare del Pd ha chiesto al ministro della
Giustizia di avviare un'indagine.

Ora che ci penso non è così male come notizia, anzi. Voglio dire, ho un bel pò di persone che eliminerei volentieri dalla faccia della terra!? Beh se li faccio fuori mi fanno pure diventare famosa, che voglio di più?? Solo che pensandoci bene, se fanno come al tipo in questione, non mi mettono in carcere, ma mi mandano ai domiciliari. No. Ho cambiato idea. E chi li sopporta i miei per tutti quegli anni!!!

martedì 27 novembre 2007

La situazione di Celentano non è buona (e nemmeno la mia).


Ieri c'è stato il tanto atteso show di Adriano Celentano. Prima, a detta dei giornali, doveva chiamarsi semplicemente "Celentano show", poi invece il titolo è stato "La situazione di mia sorella non è buona", ripredendo un verso di una canzone del nuovo album. Se lo spettacolo mi è piaciuto?! Devo essere sincera, è stata un pò una delusione! I contenuti erano belli, molto "celentaneschi", e quindi mi sono piaciuti. Il messaggio degli ultrA in primis. Solo che il contesto lasciava ampiamente a desiderare. I più sembravano usciti dall'ospizio, alcuni non avevano la minima funzione (vedi quel comico di Zelig, non so come si chiami), altri li hanno riesumati dal mondo dei "morti" (vedi Tricarico) e poi... l'immancabile Laura Chiatti che di solito non mi sa di nulla, ma ieri sapeva di meno. Doveva sembrare una chiaccherata informale, un pò surreale, o almeno così l'ho interpretata io, ma alla fine sembrava che loro stessi non sapessero dove andare a parare. Forse Celentano è rimasto vittima del suo voler stupire quasi per forza, e ha fatto sì che invece ne sia uscita una cosa sconclusionata e pure un tantino scontata. Con questo non posso dirmi del tutto insoddisfatta, come ho detto i discorsi erano interessanti... però... poteva fare meglio! Bei tempi quando era "il molleggiato"...

Pure le mie giornate potrebbero essere migliori: ho litigato con mia mamma per i soliti motivi di sempre, il mio ragazzo è lontano e di nuovo con la testa al lavoro, il libro che sto studiando è intricatissimo, il cane di casa continua a scacazzare e spisciazzare ovunque senza che la padrona gli dica qualcosa (ormai in pratica non ci pulisce nemmeno più), e per di più l'influenza di quella nuova è pesantemente negativa, cosìcchè il clima tranquillo che si respirava prima si è rotto e si sente.

LA SITUAZIONE DEL MIO GIRAMENTO DI PALLE NON è BUONA.

lunedì 26 novembre 2007

FASHION VICTIMS


Ieri sono andata a vedere il film "Come tu mi vuoi". Film molto carino, di quelli che piacciono a me, tranquillo, dove tutto è bene quel che finisce bene, l'amore trionfa e dopo le peripezie tutto diventa rose e fiori. Lo so che questi film alla fine non ti lasciano granchè, non ti impegnano la mente ecc... ma se mi voglio deprimere mi guardo per conto mio e risparmio pure i 7.50 € di biglietto! Tra l'altro poi in questo film c'è quel bel figliolo di Nicolas Vaporidis, che col capello "sconvolto" è ancora più figo. Il mio ragazzo mi ha detto:"Ti deve piacere parecchio questo Vaporidis per portarmi a vedere un film con tante donne mezze nude". In effetti...

Il film è tutto incentrato sulla tematica "essere-apparire", su come essere belli fuori alla fine non significa essere belli anche dentro (però alla fine la protagonista che da brutto anatroccolo diventa cigno resta cigno nonostante si sia resa conto di essere cambiata forse in peggio). Allora mi è venuta voglia di condividere coi miei lettori la "classificazione del fashion" inventata dalla mia amica Silvia. Spero di rendere giustizia a questa opera, perchè raccontata da lei a voce è veramente fantastica (e molto veritiera).

La categoria FASHION si divide in:


  • fashion-fashion, quelli della moda all'ultimo grido con abiti ultrafirmati, che anche per andare alla Coop escono con minimo 500€ di vestiti addosso;

  • fashion medio, quelli che sono sempre molto glamour ma magari con abiti meno costosi;

  • falsi fashion, categoria che a sua volta si divide in falsi fashion consapevoli (ovvero quelli che si vestono con le marche meno care-vedi Benetton- o meglio ancora vestiti del mercato ma comunque "ci provano" a stare in linea coi tempi e le mode) e i falsi fashion convinti (quelli che pur di essere fashion si agghindano in un modo che può risulare solo ridicolo).

Spero che Silvia non me ne voglia ma secondo me a questa teorizzazione manca una categoria che mi permetto di aggiungere:


  • i falsi anti-fashion, ovvero quelli che vogliono fare gli anticonformisti, i ribelli, i "comunisti" con le scarpe di prada ai piedi e la carta di credito del papi.

Ecco, io quelli così li manderei volentieri a spargere il concio (leggi: letame) a mani nude.

domenica 25 novembre 2007

Shopping che fatica!


Oddio sono esausta! Questo fine settimana è venuto a trovarmi il mio fidanzatino e, dopo una buona opera di convincimento, siamo andati a Rimini, qui http://www.lebefane.it/, nel paradiso dello shopping. La giornata con lui è passata benissimo, finalmente senza pensieri di lavoro, nessuna telefonata, finalmente solo per me. E non si è annoiato nemmeno più di tanto, apparte in quell'ora e un quarto che gli ho fatto passare dentro al negozio di scarpe. Anzi, il più delle volte ero io a spingerlo fuori dai negozi. Io non sono molto shoppingara ma, credetemi, con 130 negozi la voglia ti viene... Solo che alla fine non ho comprato nulla! Mentre Fabrizio se ne è uscito con i regali di Natale per tutta la sua famiglia. Che nervi!!! Ritrovarsi con decine e decine di modelli di stivali, provarsene non si sa quanti, e non trovarne nemmeno uno è molto più che frustrante.

E qui vorrei dire la mia sul tema anoressia. E' inutile che si dica tanto (no alle modelle magre, no alla taglie piccole, ecc...) e poi si faccia il contrario di cosa si dice. Mi sono provata un bel pò di stivali che erano belli e c'era pure il mio numero ma sapete perchè non li ho presi!? Perchè non mi si chiudevano al polpaccio!!! E vorrei precisare che sono alta 1.72 per 57 kg e non ho polpacci da calciatore: ho un fisico normale insomma! Vorrei capire come l'avrei dovuto avere il polpaccio per farlo entrare lì dentro! Considerato poi che va di moda infilare i pantaloni nello stivale, giusto una di quelle modelle sfinite che si vedono in tv avrebbe potuto indossarli. A me queste cose fanno una rabbia incredibile.

Oggi comunque mi aspetta una giornata in totale relax, sempre con il mio lui, per ricaricarmi dalle fatiche universitarie. Ma domani si ricomincia...



giovedì 22 novembre 2007

Evviva Scrubs!!!!


La serata è andata migliorando. Tutto merito di JD e i suoi colleghi del Sacro Cuore. Per chi non avesse capito sto parlando di Scrubs, secondo me uno dei migliori ma purtroppo trascurati telefilm della storia televisiva. Già perchè Scrubs è originale, è divertente, è ironico e surreale (vedi i voli di fantasia di JD). Ma è proprio questa "irrealtà" a renderlo così bello e reale. Sì perchè Scrubs ti fa anche riflettere su temi importanti come l'amicizia, l'amore, la malattia, la morte. E lo fa sempre mantenendo quella leggerezza e freschezza che lo caratterizza. Tra l'altro ho notato che questa sesta serie è la più matura, forse proprio perchè gli stessi personaggi sono cresciuti. Peccato che circoli voce sia la penultima! E poi chi mi calmerà il giovedì sera dopo una giornatina come oggi!?

Giuro che non sono sempre così!




Oggi mi girano. E tanto. Sarà che ieri sera sono andata a letto un pò nervosa perchè colta da un attacco di gelosia verso il mio ragazzo e ancora non mi è passato. Sarà che stamani dovevo pulire solo il bagno e alla fine ho pure "dovuto" pulire le scale e la cucina (o così oppure compravo gli stivali a coscia per girare per casa) e non vi dico che ci ho tirato fuori. Sarà che ho assistito ad una lezione di statistica dove non ci ho capito una mazza grazie al fatto che l'università di Firenze dove ho fatto la triennale non insegna nulla di utile e quindi ora mi mancano le basi. Sarà questa temperatura fredda-umidiccia che ti entra nelle ossa e solo una doccia bollente ti potrebbe togliere l'uggia che causa ma, peccato, da noi la doccia si fa a tempo, dopo un minuto zac! l'acqua diventa di colpo fredda, cavoli tuoi se hai ancora il sapone che ti cola. Sarà un pò tutto questo mix di cosucce, ma oggi veramente mi sbranerei un leone. Poi essendo così inquieta non sopporto nemmeno le mie coinquiline tutte. E già, perchè io studiando fuori sede condivido la casa con altre 5 e dico 5 ragazze. E un cane. Che di solito adoro, ma oggi è solo un essere immondo che produce quantità industriali di cacca. E non è un alano, è un cosetto di 2 kg, ma la fa come un alano. Il suo posto preferito è il letto. Non importa di chi sia. Infatti non molti giorni fà è toccato al mio. Che goduria. Che bello in inverno dover rinunciare a copriletto e plaid perchè il cane non tuo ti ce l'ha fatta sopra. E ieri?! Ieri l'ho pestata (credo in cucina) e l'ho simpaticamente stampata per tutte le scale... E indovina chi ha pulito!? Indovinato: io! Mi sa che quello fosse il preludio della fantastica giornata di oggi. Per non parlare delle coinquiline. La mia vicina di stanza è isterica e non lo dico io ma il DSM IV, che, per i non addetti, è il manuale in cui si classificano i vari disturbi psichici. Ha tutti i sintomi: dal comportamento seduttivo agli svenimenti. Fortuna che non c'è mai, peccato che quando c'è vale per 10 dal casino che fà. L'altra del mio piano è nuova, simpatica da starci insieme, peccato si voglia far passare per quella che non è. Ora le è presa la fissa dell'omosessualità, ma si vede benissimo che non lo è. Sembra la caricatura dei gay dei film di serie b. Ieri se ne uscita divendo che per Natale vuole comprare al cane un cappotto rosa con gli strass. Ovviamente il cane è maschio. Non dico nulla che è meglio. Poi ora come ora mi fa rabbia la padrone del cane. Io non ce l'ho con lui povera bestia. Io ce l'ho con lei che non lo sa gestire. Prima pensavo: dai è solo un cucciolo, deve ancora educarlo. Ora proprio sono al limite. Le altre due coinquiline per ora le risparmio...
AAAAAAAH che nervi! Monolocale: a me!

mercoledì 21 novembre 2007

BENVENUTI!

evviva! dopo averci pensato un bel pò, mi sono decisa ad aprire anch'io un blog... dopo essermi tecnologizzata (visto che per 23 anni non ho posseduto un pc, apparte il commodore64, ma quello non conta!) non potevo non farmi contagiare da questa mania... approfitto di questo primo post per dare il benvenuto ai miei lettori, che spero, tanti o pochi che siano, leggano questo mio blog con piacere...mi scuso inoltre per l'aspetto scombinato ma sono "work in progress" e sto cercando di creare un template decente....la vedo dura ma sono speranzosa!