lunedì 30 gennaio 2012

Chew before it's too late

A te che hai sputato la gomma sul seggiolino del treno dove mi sono seduta io chiedo: ma che male ti avevano fatto il mio piumino e i miei jeans?!

Nell'attesa di una risposta ti auguro un mese di cacarella, un altro mese di emorroidi, poi ti auguro che ti caschino tutti i denti, così non hai più di che masticare gomme e soprattutto ti auguro di rimanere appiccicato a una bigbabol gigante.

Schifoso!

sabato 28 gennaio 2012

27 gennaio 1945


(dicevano le SS) In qualsiasi modo la guerra finisca, la guerra contro di voi l’abbiamo vinta noi; nessuno di voi rimarrà per portare testimonianza, ma se qualcuno scampasse, il mondo non gli crederebbe. Forse ci saranno sospetti, discussioni, ricerche di storici, ma non ci saranno certezze, perché noi distruggeremo le prove insieme con voi. E quando anche qualche prova dovesse rimanere, e qualcuno di voi sopravvivere, la gente dirà che i fatti che voi raccontate sono troppo mostruosi per essere creduti: dirà che sono esagerazioni della propaganda alleata e crederà a noi che negheremo tutto. La storia dei lager saremo noi a dettarla. 

S. Wiesenthal

giovedì 26 gennaio 2012

The Versatile Blogger Award

Non so più in quanti mi hanno conferito un premietto bello bello da blogger, un bel pò e ne vado fiera. Ringrazio chi me l'ha passato e l'Alzheimer che mi impedisce di ricordare i loro nomi!

Questo premio-meme consiste nel raccontare 7 cose di se stessi che ancora non si è rivelato. Cosiderando che ho un blog dal 2007 e che molti di voi mi conoscono anche via facebook, beh, ormai sapete anche quante volte rutto in capo al giorno!
Approfitto invece per raccontare 7 cose di me che magari possono essere utili ai nuovi lettori, per capire chi sono io (domandona da un milione di dollari, o da 10 litri di benzina, che dir si voglia!).
(tutto 'sta sinfonia per accontentarti, va bene ora?)

1- Non mi chiamo per davvero Lunga . Il mio vero nome l'ho usato a periodi al posto di questo nick ma poi la paranoia di essere rintracciata da qualcuno di "indesiderato" ha sempre preso il sopravvento. Senza nome posso sempre fare quella che casca dal pero! Il nick deriva dal soprannome che mi hanno dato le mie coinquiline a Cesena, dove ho lasciato un pezzettino di cuore.

2- Sono laureata in Psicologia ma non ancora psicologa (e se si continua di 'sto passo non lo sarò mai). Non vorrei però fare la classica psicologa da lettino e baffo freudiano. Il mio lavoro dei sogni sarebbe nel sociale, ma quel sociale come dico io, e che non mi sembra sia molto diffuso.

3- Ho già fatto un anno di tirocinio, qualche mese di lavoro (il lavoro quasi-dei-sogni) e qualche altro di disoccupazione. Ora per "tirà a campà" faccio il Servizio Civile, e tiro a campà non per i soldi ma perchè a casa senza far nulla stavo perdendo il poco lume della ragione che mi era rimasto!

4- Sto con il Ranocchia da oltre 8 anni, ora non stiamo affrontando un grande periodo, ma l'impegno per uscirne c'è tutto. E per essere coerenti stiamo iniziando a pensare a mettere su casa.

5- Sempre in nome della coerenza devo dire che mi descriverei come una che adora avere una Casa, un posto dove sentirsi parte di qualcosa e dove affondare le radici. E dev'essere per questo che ho vissuto in tre città diverse per studio/lavoro. Oltre casa mia, ovvio. Ed è per questo che a volte mi verrebbe voglia di riempire una valigia e ripartire!!! Per poi lamentarmi di voler tornare a casa!

6- Ho delle passioni insane, musicali, televisive, filmiche, turistiche, culinarie... Ma quelle le lascio scoprire poco a poco!

7- Il nome del mio blog? Una metafora sulla vita.

Non passo il premio a nessuno perchè temo di essere arrivata davvero tardi, siete stati premiati praticamente tutti!




lunedì 23 gennaio 2012

Una notte da leoni


Se avete voglia di vedere un film tanto divertente quanto stupido dovete vedere Una notte da leoni.
Qui ci sono quattro "baldi giovani" che decidono di spassarsela per l'addio al celibato di uno di loro. Ma il più scemo del gruppo mette nei loro bicchieri una droga disinibente. Il risultato è che si svegliano la mattina dopo con una tigre in bagno e senza il futuro sposo. La missione del gruppo sarà ritrovarlo pur non ricordando niente della notte di bagordi.
Scene surreali e deliranti fanno da padrone in questa ricerca, anche se purtroppo qualche volgarità di troppo almeno a me ha fatto storcere il naso.
Complimenti però a chi ha scelto le musiche perché non sono semplicemente una colonna sonora, sono quelle che danno il ritmo al film!
Per quanto riguarda invece Una notte da leoni 2... Parliamoci chiari: visto il grande successo del primo hanno ben pensato di farne una fotocopia. Consigliato lo stesso, per una sera in cui volete svuotare la mente e fare due risate!
Ps: messaggio per le fanciulle. Se non sono riuscita a convincervi sappiate che c'è un motivo in più per cui guardare il film. Quel motivo si chiama Bradley Cooper, che secondo me è tanto tanto affascinante!!!

sabato 21 gennaio 2012

48

Google reader parla chiaro. Ho 48 vostri post ancora da leggere. Ed è anche andata bene perché l'altra sera il database per il censimento non funzionava (strano) e quindi ho avuto la "scusa" per non lavorare e leggervi un po'.
Poi devo dire che ultimamente ho scoperto dei blog interessanti e ne ho aggiunti un pò alla lista quindi è ancora più facile restare indietro. Però se leggi qualcosa di interessante ti piace anche tornare sul "luogo del delitto".
Scrivo lo stesso, anche se ho poco tempo, anche se non è niente di significativo, perché ormai è diventata un'attività terapeutica a cui non posso rinunciare. Recupererò anche con la lettura, promesso.
Quando la mia giornata non sarà più strutturata così: studio al mattino, sc al pomeriggio e censimento la sera dopo cena. Che, masochista che non sono altro, ho prolungato volontariamente il contratto del censimento per qualche altra settimana.

Però un grazie ve lo devo, oltre che per essere sempre presenti. Ve lo devo nel caso specifico per i bei messaggi di auguri, e per quelli relativi all'incidente. Vi vorrei abbracciare tutti. Le vostre parole mi hanno fatto sorridere e pensare. Grazie, grazie, grazie!

Ps: però a matematica siete messi male. Nel post precedente, quello dei cartoni animati, ne ho messi (involontariamente) sei e non se n'è accorto nessuno!

giovedì 19 gennaio 2012

MeMe CaRtOoN

Maruzza e Federica mi hanno proposto un meme a cui non posso certe sottrarmi, visto che si parla di cartoni animati!
Dobbiamo dire quali sono i nostri 5 cartoni animati preferiti e perchè. Non è facile perchè ce ne sono un sacco che mi piacciono ma i cinque preferiti li ho (quasi) bene in mente. Però non faccio una classifica, che sennò mi complico la vita!

Wall-e: perchè è Poesia. Non ci sono quasi parole, ma non manca il sentimento.

L'era glaciale 3: perchè il personaggio di Buck è perfino più riuscito del disperato scoiattolo all'inseguimento della sua ghianda. Frasi che passeranno alla storia:
Manny: Buck di preciso quando è che sei impazzito?
Buck: Uhm... 3 mesi fa, una mattina mi sono svegliato sposato ad una banana. Una banana orrenda! ...però l'amavo...


E le tre regole, of course!

Regola numero 1: date sempre retta a Buck
regola numero 2: restate al centro della pista
regola numero 3: chi fa le puzze viaggia in fondo al branco.


Madagascar 2: mi fa morire dal ridere, non tanto per la storia principale, anche scontatuccia direi. Ma i Pinguini con Re Julien sono una bomba (consiglio di guardare la serie tv dei cartoon a loro dedicata perchè MERITA!).

Shrek 2: A quanto pare il 2 mi piace molto! Qui compare il Gatto con gli stivali, che ha meritato un film tutto per lui e, a mio parere, è il più divertente della serie Il quarto tra l'altro era davvero sottotono.

UP: Anche qui si vola alto. I primi dieci minuti, durante la storia dell'Amore di Ellie e Carl si piange a dirotto. E si ride anche. E' una di quelle storie che fanno bene al cuore, di lieti fine e di solitudini riempite. Per non parlare del ridoppiaggio in livornese!!!

La spada nella roccia: perchè è un classico, ed è IL MIO classico.


mercoledì 18 gennaio 2012

La morte in diretta

Secondo me Veltroni come politico lascia il tempo che trova. Il Veltroni scrittore invece mi piace molto. Ho letto alcuni dei suoi romanzi e ho trovato che avesse sempre da comunicare qualcosa, per far riflettere il lettore. Ho anche sempre trovato una piccola nota stonata che non mi convinceva al 100% ma, beh, Veltroni è pur sempre un politico! 
L’ultimo libro però ancora non l’ho letto, e me ne dispaccio perché deve essere parecchio interessante. Si intitola L’inizio del buio e, da quanto ho capito dalle presentazioni, affronta anche la tematica del cambiamento del modo di fare giornalismo dalla vicenda di Alfredino Rampi. Di come una notizia di cronaca sia poi di fatto diventato un evento televisivo con tanto di morte in diretta. 
Oggi giorno ormai ci siamo abituati e, anzi, se non ci danno “panem et mortem” non siamo contenti. 
Mi riferisco a quanto letto in diversi siti per quanto riguarda l’accaduto della Costa Concordia. Cosa è accaduto ormai lo sanno tutti, cause e dinamiche sono ancora ma non sta sicuramente a noi stabilirle, anche se pare (sempre guardando qua e là su internet) che qualcuno si senta addosso l’autorità per farlo. 
In ogni caso è innegabile che è un evento di portata enorme, che ha puntato sull’Italia anche i riflettori internazionali. Ora, come al solito stiamo facendo una figura di merda epocale per il solito coglione, però non capisco nemmeno perché dobbiamo essere sempre e comunque identificati nel più stronzo di tutti e non magari nella popolazione del Giglio che in piena notte ha svuotato i propri armadi per prestare aiuto ai naufraghi. Un po’ va bene criticarci, ma poi c’è un limite a tutto! Come cantava Gaber 
Mi scusi Presidente
ma forse noi italiani
per gli altri siamo solo
spaghetti e mandolini.
Allora qui mi incazzo
son fiero e me ne vanto
gli sbatto sulla faccia

cos'è il Rinascimento. 

Ma non è questo il punto. 
I social network danno, tra i vari pregi e difetti, la possibilità di conoscere l’opinione della “gente”, molto più facilmente che in passato. Lo scambio vis-à-vis è sicuramente più limitato, con twitter o facebook in pochi click raggiungi un sacco di gente. Ci si guadagna in conoscenza sociale ma ci si perde in stima verso l’umanità! 
Comunque, mi ha colpito che in tanti si fossero indignati per il fatto che Raduno ha mandato regolarmente in onda Ballando con le stelle mentre La7 mandava in onda uno speciale in diretta. Posso dire una cosa!? MAH. 
Non che voglia sottovalutare la cosa, anzi, essendo qui vicino casa mia la sento ancora di più, ma questa modalità intrusiva mi da l’idea di voler soltanto “gustarsi la disgrazia”. Ci sono stati dei morti e non voglio certo sminuire questo fatto però allora dovremmo fermare gli spettacoli CONTINUAMENTE per avere una diretta sulla morte, pensiamo ad esempio a quanti muoiono nei paesi del Terzo e Quarto mondo di fame e malattie. Senza avere nemmeno un’idea di cos’è una nave da crociera. 
Ma questa è realtà quotidiana, non sembra un film con Di Caprio, non fa spettacolo. 

PS: se volete leggere una cosa sicuramente più intelligente della mia, leggete l’editoriale di Gramellini di stamattina.

martedì 17 gennaio 2012

Volare oh-oh!



Non mi piace lavare i panni privati in piazza, tanto meno sul web. Però devo spendere due parole sulla mia attuale situazione, perchè spero davvero che fra qualche tempo rileggerò questo post sorridendo, perchè è tutto passato.
Con lui le cose non vanno troppo bene. Non certo come dovrebbero andare dopo anni di intesa, non ora che siamo ad un passo (o almeno, così è "sulla carta") dal raggiungere quello che da anni sognamo. Abbiamo già scelto quale sarà il nostro divano. Ma non riusciamo a passare un giorno senza che qualcosa di rancoroso apparentemente sopito esca fuori. Questa è una contraddizione strana e assai dolorosa.

In più, tanto per condire la mia vita di fatti positivi ho ben pensato di andare a finire in una fossa con la macchina. Ero un pò soprappensiero, ho visto quello davanti inchiodare e ho inchiodato pure io, solo che l'auto ha preso a sbandare prima verso un pulman, poi nella fossa a lato di strada. Ho avuto una fortuna incredibile perchè nè io nè la macchina ci siamo fatte un graffio. Il colpo è stato attutito da un rovaio che mi ha trattenuta, altrimenti sarei volata nella scarpata e sicuramente sarebbe andata molto peggio. Il problema era un freno che non frenava più, ma il tutto aggravato dalla strada, oggetto di polemiche e scenario di incidenti anche mortali. Come si dice, nel male mi è andata bene perchè poteva decisamente andarmi peggio, ma insomma, poteva andare anche meglio, perchè con più spazio di manovra quello davanti a me non avrebbe inchiodato e io comunque avrei avuto modo di recuperare lo sbandamento!

In conclusione... Non so come si risolverà con lui, ma so che questa storia dei mezzi di trasporto volanti deve finire!

giovedì 12 gennaio 2012

Vent*

Oggi compio 29 anni.

E' l'ultima volta che posso dire che ho ventiqualcosa anni. Dal prossimo anno son 30.
Sono tanti, anche se qualcuno dirà che sono pochi, e li sento tutti.
Mi immaginavo diversa a quasi 30 anni. Mi sembra di non essere riuscita a contruire quello che volevo. Soprattutto se penso al fatto che sto facendo il servizio civile mi sembra di essere retrocessa. Di solito lo si fa durante, o a fine studi. Io ho già fatto un anno di tirocinio, 8 mesi di lavoro, e ora sono di nuovo da capo. Con questi chiari di luna però non mi posso lamentare, considerato poi che l'alternativa era stare a casa a grattarsi.


Insomma, per il mio compleanno mi viene sempre un sacco da pensare, da riflettere, da tirare le somme sul passare degli anni, sul passare del mio tempo.
Sarà per questo che il mio compleanno non mi piace granchè.

E sarà anche perchè non c'è mai verso di festeggiare a dovere. Il mio programma di oggi è: SC, comune per il censimento (per il quale dovrei lavorare un ulteriore mese, siccome mi lamentavo che non vedevo la fine!!!), studio, cena e lavoro al pc per il censimento. Tutta vita.

E vabbè. Non è che ci sia solo da lamentarsi, ma devo ammettere che l'arte del vedere il bicchiere mezzo vuoto mi viene bene. Da circa 29 anni!
In ogno caso... BUON COMPLEANNO A ME!

martedì 10 gennaio 2012

The besf of 2011

Di meme di fine anno ce ne sono tanti, al momento scelgo questo, quello meno "emotivo", ma è un modo come un altro per fare un piccolo sunto dell'anno appena passato!

MIGLIOR LIBRO:

Sicuramente Cosa ti aspetti da me? L'ho letto tutto di un fiato e a memoria non c'è altro libro che mi abbia fatto ridere e piangere così tanto. L'altro libro di Lorenzo Licalzi che ho letto (Vorrei che fosse lei) è tanto divertemente, ma Cosa ti aspetti da me? è pura poesia.

MIGLIOR FILM COMICO

Rimugina che ti rimugina confesso di non trovarne uno che spicca dal gruppo. Ho anche scritto poche recensioni quest'anno e questo non aiuta la mia povera memoria. Volendo restare nel campo comicità pura dico Una notte da leoni, visto pochi giorni fa. E' davvero spassoso!

MIGLIOR FILM DRAMMATICO
:  

Mi sa che ne ho visti pochi quest'anno. Ho chiesto anche al Ranocchia e anche lui non ricorda niente di eclatante per quest'anno. Allora dico Il bambino con il pigiama a righe, visto pochi giorni fa, in linea con un progetto che sto seguendo e di cui vi parlerò.

MIGLIOR TELEFILM

Assolutamente e inequivocabilmente Pushing Daisies! Quando penso all'amore tra il "fabbricatorte" e la sua "turista solitaria" non posso che avere gli occhi a cuore!

PERSONAGGIO MASCHILE DELL'ANNO:
 
Fiorello, e il suo ritorno in tv. Non ho ancora scritto un post su Il più grande spettacolo dopo il week end per mancanza di tempo. Ma posso dire che l'ho apprezzato davvero tanto, è la dimostrazione che si può fare una tv divertente senza essere volgari, cosa sempre più rara da vedersi.

PERSONAGGIO FEMMINILE DELL'ANNO:


Penso dagli ultimi fatti di cronaca e dico la Fornero, nuovo ministro del lavoro, che si commuove (??!!!) per la nuova riforma strozzapoveri. Posso dirlo!? MAVVAFFANCULOVA'!!!



MIGLIOR DISCO: 


Si è tanto fatto aspettare ma S.c.o.t.c.h. è davvero un capolavoro!

MIGLIOR CANZONE STRANIERA:



Qui baro un pochetto e dico Icarus di Raphael Gualazzi. Lui è italianissimo ma via, abbonatemi il fatto che il testo è in inglese!

MIGLIOR CANZONE ITALIANA:


Precario il mondo di Daniele Silvestri. Il ritratto dell'Italia di oggi.

MIGLIOR CONCERTO: 


Non voglio cadere nell'ovvio e dire che è stato quello di Daniele Silvestri a Festambiente. Dico invece che è stato quello di Raphael Gualazzi. Se dopo San Remo mi incuriosiva, dopo ascoltato il cd mi è piaciuto... dopo essere stata al concerto me ne sono musicalmente innamorata alla follia! 


EVENTO DELL'ANNO: 


Il mio attacco di diarrea, quello di quando ci siamo liberati (più o meno) del Berlusca.
A parimerito con il quorum del referendum del 12-13 giugno!

lunedì 9 gennaio 2012

100 anni

Mi è stato recentemente ricordato che non si devono mandare gli accidenti perchè quella è la volta buona che il tizio in questione campa 100 anni.
Bene, allora a te, imbecille sul furgone che per parlare al cellulare nemmeno ti sei accorto che mi stavi buttando fuori strada, ti auguro di campar cent'anni.

Cent'anni con il corpo sciolto!




giovedì 5 gennaio 2012

Serendipity

In questi giorni di festa a noi inariditi di cuore ci han fatti neri. La programmazione televisiva è stata infarcita di melassa disneyana per giorni e giorni.
So di qualcuno che si è sentito male. Diabete fulminante, pare.
Personalmente ho visto soltanto La Bella e la Bestia e solo perchè stavo lavorando e avevo bisogno di un sottofondo da non seguire.
Sono sempre stata poco propensa alle storie dolci e strappacuore della Disney, tant'è che l'unico loro cartone che mi piace davvero è La spada nella roccia, dove non c'è nessuna storia d'amore.
Il mito dell'amore disneyano non esiste, mettiamocelo in testa, nè quello, nè i suoi simili. Prima lo capiamo, prima smetteremo di struggerci per amore.
Mò bbbasta!

Io non voglio Serendipy.
Io voglio un fucile. E una buona mira.



martedì 3 gennaio 2012

Gelati a chilometro zero


Voglio iniziare l'anno con una cosa sconvolgente che ho scoperto a fine estate.
Premetto che, pur non essendo fissata, cerco di stare attenta a fare la spesa "sostenibile" e a scegliere i prodotti locali, o quanto meno italiani. Per esempio con gli yogurt ho smesso di comprare il Muller e magari compro il Mila del Trentino Alto Adige, o il Mukki, che è toscano. Così come il latte, non è mai Parmalat o Granarolo, bensì Latte Maremma o Mukki.
Ecco. L'Algida, che ho sempre ritenuto la mia marca di gelato preferita, fa i gelati all'estero. Ne abbiam beccato uno della Bulgaria. Comodo far viaggiare per mezza Europa un gelato, economico e non inquina nemmeno. No no.
Ora, considerato che:
- l'Algida da qualche stagione non propone novità interessanti
- a casa l'abbiamo sostituita da tempo con i gelati coop, superbuoni
- la sammontana è toscana quindi spero non vada prima a Milano prima di tornare qui
beh, quest'estate non farò nessuna fatica a rinunciare al Magnum bulgaro.

lunedì 2 gennaio 2012

Mete 2011



Il box qui a fianco, quello che si chiama Piccione permettendo, è nato quando il blog era  "L'altra ultima sporca meta" su Iobloggo. L'ho mantenuto quando mi sono ritrasferita qui, mi piaceva l'idea di tenere traccia dei piccolo grandi obiettivi che mi prefiggevo. Per dare una tempistica ho deciso che l'inizio anno può essere il periodo giusto per fare i conti con le mie mete e il piccione che mi perseguita... Vediamo come è andata!

*abilitarmi alla professione e diventare ufficialmente psicologa (en train de...Ma molto poco fiduciosa sul fatto che questa meta verrà eliminata a breve! e vabbè!)
*trovare un nuovo lavoro (ni, non ho un vero lavoro, ma non sono nemmeno propriamente disoccupata)
*leggere almeno 20 libri (FATTO!!! ma devo ricominciare a leggere, ho mollato causa studio...)
*vedere almeno 3 concerti
(sìììììì! 4 per la precisione!)
*tornare a San Marino
(fatto, ci sono tornata con mia mamma prima di andare via dalla Romagna)
*tornare a Gubbio per la corsa dei ceri
(rimandato... di nuovo ahimè!)
*andare a Vienna
(è ancora un sogno irrealizzabile!)
*realizzare un piccolo desiderio concertoso il 6 di agosto
(cerrrrrto!!!)

Adesso c'è a aggiungere le nuove mete, voglio "volare basso" e non rimanere delusa quando tra un anno sarò di nuovo qui a fare i conti col piccione!

domenica 1 gennaio 2012

Buona fine e buon principio (in musica)

Insomma, l'inizio del 2012 è stato un pò burrascoso emotivamente.

Però la chiusura del 2011 musicalmente parlando è stata piuttosto soddisfacente.

Per il concerto di Alex Britti non avevo grandi aspettative. Lo seguivo quando ero più giovane, ho i primi 2 dischi ma poi l'ho un pò perso per strada. E invece sono rimasta piacevolmente stupita! Live è molto più brioso di quanto ci si possa aspettare ed è affiancato da musicisti davvero bravi. La cosa bella è che è andato a ripescare nel suo vecchio repertorio e quindi erano tutte canzoni che sapevo! Da Gelido a Una su un Milione, da Oggi sono io a Chiedi scusa sorridendo. Sono tornata adolescente! La nota stonata??! Sì è fatto attendere un sacco e ha cantato solo un'ora! Non ha neanche fatto la pantomima del finto saluto seguito dal bis. Ha fatto gli auguri e se n'è andato. Secondo me aveva il cotechino che lo aspettava! Però abbiamo recuperato intercettando su un'altra piazza di Pisa il concerto dei Matti delle Giuncaie
. É un gruppo locale che fa musica folk. Oh ma son forti! Basta cercare su youtube, vedere per credere! E infine... Oggi abbiamo inaugurato l'anno con La settima onda, una cover band dei Nomadi. Direi che non mi posso lamentare!

2012

Se leggerete questo post è perchè tutto è andato per il verso giusto e saremo in piazza a vedere il concerto di Alex Britti. E meno male direi, perchè quest'anno ho visto troppi pochi concerti e c'è assolutamente da rifarsi.

Poche parole e tanti auguri:
alle blogger che sono diventate amiche,
a chi sta iniziando a conoscermi adesso,
a chi passa solo ogni tanto,
ai miei lettori storici,
a chi passa e non commenta,
a chi lascia sempre una bella parola per me.

Che sia un FELICE 2012!