Passa ai contenuti principali

L'ultimo ba...gno

L'ultimo bagno al mare ha un sapore strano. Intanto perchè, se ci abiti e puoi andarci ogni giorno,non sai quando sarà esattamente l'ultimo, ma inizi ad un certo punto a immaginare (o temere, che dir si voglia) che quello che stai facendo lo sia.
Il tempo, quello metereologico, si sa, di questi periodi è birichino e basta poco per un acquazzone o una libecciata che ti guasta il mare e la possibilità di un bagno. Ci sono due sapori dell'ultimo bagno di stagione. Che tra l'altro a seconda dei casi possono diventare un gusto unico e misto.
Uno è quello di quando ti immergi ma il cielo, e l'acqua, sono plumbei, caldi, calmi ma plumbei. E questo vuol dire che la stagione sta cambiando, che l'autunno sta già mettendo il suo zampino. Di solito quando il mare così in pochi si tuffano. C'è silenzio. Senti solo il gorgoglio dell'acqua quando ti ci muovi dentro. E' tremendamente rilassante. E anche un pò malinconico, perchè tutto quel grigio ti fa presagire l'arrivo dell'autunno, te lo fa toccare con mano, ti fa salutare l'estate, che per tutti pare essere la stagione della spensieratezza (ma de che?! ). La cosa meravigliosa però è il voltarsi verso l'orizzonte e vedere un raggio di sole che sbuca dalle nuvole e allora sembra di fare il bagno nell'argento!
L'altro sapore è quello di immergersi in acqua, calma o mossa che sia, voltarsi e vedere che sulla spiaggia non c'è più nessuno. Solo pochissimi ombrelloni. Anche questo è un pò da "nostalgia canaglia" ma devo ammettere che da anche tanta soddisfazione: oh, l'ospite dopo 3 giorni puzza, figuriamoci dopo 3 mesi!
E' vero, non dovrei dire così, sono pur un'abitante di un paese che vive quasi esclusivamente di turismo, ed è vero che non essere pronti a raccogliere tutto il flusso turistico è colpa "nostra". Ma è anche vero che questi cittadini arrivano, pretendono di fare come gli pare, di comprtarsi come si comportano nelle grandi cittàm (ogni riferimento ai fiorentini NON  è puramente casuale), usando propotenza, sporcando il nostro paesello con le peggiori lordezze, pretendendo poi che invece non si formino file, nè in macchina, nè alla coop, nè al forno.

Io ancora non so quando sarà (o se è già stato) il mio ultimo bagno per quest'estate. So solo che da quel momento l'estate sarà davvero finita. Quel momento si sta avvicinando inesorabilmente. Mi pare addirittura che non sia passata l'estate. Vorrei che ancora fosse luglio, tanto sono stanca. Mi ero un pò ripresa, ma dal momento che ho iniziato a cercare casa (e non trovarla, ahimè) con il tempo che mi stringe perchè devo iniziare al più presto, mi sono sentita di nuovo spossata, esaurita, con sentimenti tutti misti alla disperazione. Quello stupido pensiero, che non riesco a reprimere, che per una cosa che mi va bene altre cento mi vanno male. Purtroppo so  da cosa deriva e purtroppo ancora non riesco a controllarlo. Se almeno capitasse PER UNA BUONA VOLTA qualcosa che lo disconfermi. Sarebbe fantastico.

Commenti

  1. #10 Medea_


    Dato che non mi avvicino a uno specchio di acqua salata da 8 lunghissimi,lunghissimi anni(pensavo fossero di meno,in effetti ) non ho più un rituale di fine stagione per il mare,però pensa positivo..magari quando sei talmente disperata da aver voglia di strapparti i capelli,puoi tornare di nuovo col pensiero all'ultimo bagno.

    Sempre sapendo che mancheranno solo pochi mesi al prossimo ri-incontro!
    08 settembre 2009 14:40
    #9 la meringa

    Ecco, ci ho impiegato un po' ma ho fatto il cambio del link, così ti ho a portata di mano!

    Baci


    07 settembre 2009 19:01
    #8 Serena

    Che triste l'ultimo bagno...hai ragione...ricordo ancora il mio, il 29 agosto mattina...andando via dalla spiaggia ho salutato il mare con una lacrimuccia ed uno sguardo tristissimo...poi c'era ancora tanta gente, vocine felici di piccini dispettosi...insomma, in Calabria saranno ancora lì a sguazzare per un altro mese sicuro!! CHE INVIDIA!!!
    07 settembre 2009 19:01
    #7 Pimpi birimpi


    Ciao!ti ricordi?sono l'amante del gelato del Govi.. quest'anno non l'ho mai beccato nonostante sia stata un bel po' nel tuo paese! Ho ricercato il tuo blog per vedere se avevi scritto qualcosa sulla fine dell'estate.. e infatti! Anche io alla fine dell'estate vengo sempre immersa da pensieri di fine stagione. L'ultimo bagno cmq lo devo ancora fare ma hai ragione, non si è mai sicuri che sia l'ultimo!
    07 settembre 2009 16:00
    #6 La Ire

    @franz: averne il tempo!!
    07 settembre 2009 15:52
    #5 Franz

    In verità, preferisco il mare adesso. Quando la spiaggia è vuota e l'aria è fresca.

    Prenditi una pausa, tre giorni di isolamento possono bastare, ma dedicali solo a te! Fai le cose che ti piacciono e vai nei luoghi che ami, sarà rigenerante.

    Un abbraccio
    07 settembre 2009 14:57
    #4 giga


    L'estate sta finendo è da 3 settimane che ho ricominciato a lavorare e il mare non me lo ricordo neanche più......certo è che quì l'afa è sconfarsa, fortunatamente e un'arietta fresca ne ha preso il posto..Quando farai l'ultimo bagno pensa a tutte quelle persone, che come me ,stanno in città tra lo smog e la nebbia....vedrai ti tirerai su di morale.....e poi chissà magari l'inverno ti porterà belle sorprese....
    07 settembre 2009 14:46
    #3 Lindöz

    il mio ultimo bagno in mare è stato nel 2006 (mi pare?) uh. Però c'è da dire che quest'anno non ho toccato neanche l'acqua del lago. strano.
    06 settembre 2009 21:51
    #2 arpista

    Ire allora non sono l'unica a sentirsi stanca quanto tre mesi fa... o come mai secondo te?! la tensione per il nuovo inizio?! a me sta pensiero da morire tra una settimana cominciare :(
    06 settembre 2009 20:48
    #1 Federica


    ognuno per "chiudere l'estate" ha i suoi simboli... i miei sono le prime cimici... che schifo!

    Forza ire... resisti!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Vorrei un gesso e un whisky liscio

A voi capita mai che, in certi momenti particolari, vi succeda qualcosa che vi riporta a una particolare canzone, o addirittura ad un solo suo verso? A me è venuto in mente questo:  " Quello che importa in una persona è l'immagine che dà..." In che occasione? Stamani. Quando uno dei bimbi mi ha chiesto se abitualmente bevo whisky. Devo dire che dopo lo scorso anno dove ho tenuto un profilo piuttosto basso, quest'anno mi sono data di più ai ragazzi diventandone confidente, raccogliendo battute, sfoghi, pianti, risate. E mi sono aperta alle loro curiosità (ma dove abiti? Ma come mai fai la bidella? A te che profumo piace? Veramente ti piace l'insalata di cavolo crudo?). Non mi sono mai chiesta come mi vedessero dai loro occhi. Però tutto mi pensavo fuor che essere passata da grande bevitrice!

Meglio che niente faccio l'insegnante.

C'è stato un tempo in cui volevo fare la maestra. Secondo me è in fase da cui un po' tutte passiamo (passavamo, adesso vogliono fare l'estetista e il tatuatore, e lo dico perché mi è successo di leggerlo nei temi). Come la fase del "da grande voglio fare il veterinario". Poi la fase ci passa e io ne sono stata ben lieta perché mi sono resa conto che non avrei la pazienza necessaria. Quando facevo l'educatrice nei doposcuola il lavoro mi piaceva ma c'erano alcuni ragazzetti che me le avrebbero tolte dalle mani e in una classe vera, per più ore al giorno, sarei stata veramente in difficoltà. Tutto questo preambolo per dire che nella mia mente l'insegnante è ancora una professione per cui serve una sorta di vocazione. Un qualcosa di più anche dell'esserci portati. A maggior ragione oggi giorno che queste generazioni di bambini è ragazzi sono sempre più complesse da gestire (perché tale è diventata la società, in fin dei conti). Ecco, pare che sia

San Remo 2012

Ormai anche io seguo fedelmente San Remo ogni ann o, puntata per puntata. Dopo che per un pò di anni lo avevo evitato accuratamente, se non facendo lo zapping strettamente necessario per beccare quel paio di cantanti che mi interessavano.  E' che seguirlo in compagnia è tuuutta un'altra cosa! Quanto ho riso in questi due anni passati con Bernacca, roba da lacrime agli occhi! Quest'anno avevamo programmato da giorni una chat live su skype perchè lei non frequenta social network. Il piccione non ha perso occasione e ora il suo pc non funziona più. Però ci hanno pensato le mie amiche blogger a tenermi compagnia! E che compagnia!!! Come ho già detto quest'anno il Festival non mi è piaciuto e, in corso d'opera, non ho cambiato idea.  Trovo difficile scrivere delle cose che mi sono piaciute di più. Quest'anno quindi non ci saranno classifiche o votazioni, ma un bell'elenco di promossi e bocciati! Gianni Morandi . Rimandato a settembre : non l