Cercasi culo, anche usato ma funzionante

Non l'avevo detto per scaramanzia, ma ho già iniziato le prove dell'esame di stato. La prima l'ho inaspettatamente superata, proprio per il rotto della cuffia. Ma mica perché non mi ero preparata. Ma perché è uscita quella domanda che dicevo "speriamo che non era quell'argomento perché lo so poco e male, troppo specifico e con poco materiale". Però, povera sciocca, ci ero andata anche con ostentato ottimismo "mica posso avere sempre sfiga, potrebbe anche uscire una domanda che so". Infatti. Però ero uscita anche tranquilla perché avevo fatto il massimo che potevo fare e potevo incolpare solo la sfortuna. Oggi ho dato la seconda prova. Si è riproposta la stessa scena: su tante cose che sapevo sviluppare con sicurezza mi sono trovata a dover scegliere su due argomenti che sapevo poco entrambi. Alla fine credo di aver scelto male, e nel male ho gestito male il tempo e le cose da inserire. Risultato: questo post di sfogo. Stavolta posso anche prendermela anche con me stessa, il che giova tantissimo al mio umore. Ma era davvero troppo farmi uscire qualche tema che sapevo? Soldi, tempo e fatica gettati nel cesso. E la regressione a quei giorni che un giorno sì e l'altro pure piangevo di rabbia per l'inutilità di questo ulteriore ostacolo. Basta. Basta. Basta.

Commenti

  1. non sai quanto ti capisco... e non so cosa farci... pure io sono così...e sempre lì a sperare, e sempre lì a dire "ma ,sì, dai...non avrò mica quella sfiga lì" e invece ce l'ho eccome!
    mi dicono che te le chiami addosso, le sfighe. io invece credo solo di sentirle venire.
    perchè altrimenti sarebbe oltremodo triste e da scemo
    la speranza è l'ultima a morire... ma è meglio che mi fermo qui... altrimenti dico cose molto peggiori

    in bocca al lupo
    in culo alla balena
    di tutto cuore!

    RispondiElimina
  2. dai intanto la prima parte è andata :p in bocca al lupo per il resto della prova!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Pensa che si tratta solo di prove e non dell'esame vero e proprio.
    Metticela tutta, ce la puoi fare.
    Adesso sai più o meno cosa può capitare, quindi hai una sorta di guida in più per lo studio.
    Magari oggi non toccare i libri, prenditi un po' di tempo per te e vedrai che domani andrà meglio.

    RispondiElimina
  4. In realtà è l'esame che è composto di 4 prove, un pò tipo quello di maturità!

    RispondiElimina
  5. DDio.
    Se io hch ho meno anni di te a volte mi sento così, è grave, e non per te, ma per me.
    Dai, qui ti siam tutti vicini. Poi facci sapere com'è andata, e cerca d'autoincoraggiarti senza troppo ottimismo (ma quanto è difficile il proverbio "la virtù sta nel mezzo", da applicare alla vita quotidiana?).
    Baaci
    Ceci

    RispondiElimina
  6. ah la legge di murphy dello studente...se non sai qualcosa,o non hai studiato proprio quel capitolo,bè indovina cosa ti verrà chiesto???
    forza e coraggio Irene...forza e coraggio....condivido il tuo triplice basta

    RispondiElimina
  7. dai, non è detto sia andata male...ti capisco, a volte si studiano libri di 1000 pagine e la domanda d'esame non è sempre quella che becca l'unico paragrafo che non ti è proprio entrato in testa?

    RispondiElimina
  8. per natale ti mando una carabina per liberarti da sto cavolo di piccione!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

L'insegnamento di nonna

Essere servizio-civilista