Passa ai contenuti principali

TRA L'ULTIMO E IL PRIMO...


HO:
-preparato il mio animo al concerto di Jovanotti ascoltando mezza discografia di...Pelù!
-desiderato essere un'addestratrice di foche... troppo tenere!
-fatto molti passi indietro e sono tornata bambina di fronte alla vasca dei "Nemo"
-ricevuto sul giacchetto una cagata alternativa: non di piccione, bensì di colibrì. Beh, se non altro si va calando...
-scattato foto mosse
-cercato di accarezzare una razza, ma torba come sono, non ci sono riuscita
-visitato l'acquario di Genova (se non si fosse ancora capito!)
-bevuto l'ultimo caffè alla nutella dell'anno pensando all'Erikina e tempo di posare la tazzina ho ricevuto la sua telefonata!
-riconfermato il mio patriottismo della schiaccia. Ho assaggiato quella di Genova ma non c'è paragone: la nostra mi piace troppo di più! E anche la cecina, da loro chiamata farinata, faceva veramente pillonzo (Trad:nodo)
-maledetto prima le mamme, poi le nonne, i babbi e i parenti tutti di chi spara i petardi in mezzo alla gente, arrivando poi a maledirne la stirpe tutta(che facevo prima).
-consumato il mio cenone a base di hamburger e ho indossato un costosissimo abito da sera sbrilluccicoso. (piumino e pantaloni di velluto)
-fatto un bagno di pioggia, per poi decidere che forse era meglio tornare in macchina a prendere l'ombrello. Ovviamente usciti dal parcheggio non pioveva più.
-capito perchè non mi sia mai piaciuto più di tanto andare in discoteca: un'ora di quella musica mi ha fatto venire più sonno di un'overdose di Lexotan
-scoperto che le tartarughe possono respirare dal culo, quindi ho ipotizzato che la mia tartaruga che da anni respira fischiando non abbia problemi al naso, ma di emorroidi.
-scoperto anche che Hitler aveva una palla sola, che in media al ristorante ingeriamo 12 peli pubici all'anno e che ogni giorno indirettamente le nostre mani vanno a contatto con 15 peni (e son soddisfazioni)
-assistito ad un preconcerto veramente illuminante
-cantato a squarciagola insieme a Jovanotti
-contato gli ubriachi/fumati della piazza, arrivando a stabilire quante persone in effetti c'erano nella piazza. Sigh.
-fatto a culate con una che mi si strusciava addosso. Probabilmente si era innamorata di me...
-brindato con una birra in due (travasata in una bottiglia della cocacola)
-respirato aereosol biologico di cannabis. Una c... ehm... manna contro il raffreddore!

-spinto coi piedi bottiglie, lattine e quant'altro sotto i piedi di ubriaconi molesti nella speranza che ci cascassero sopra (con storta annessa) e andassero via
-augurato sciolte colossali
-temuto per la mia incolumità fisica ("ora mi vomita addosso, ora mi vomita addosso... fa che non mi vomiti addosso)
-pensato "Bada vi che ghigni dè" (trad: guarda qui che brutte facce, parbleau!)
-tradotto il livornese dè in parbleau e ne va fierissima
MA SOPRATTUTTO HO MANDATO AFFANCULO UN ANNO ORRIBILE!

Buon 2009 gente!

Commenti

  1. come hai fatto a stabilire che fosse cacca di colibrì?!?!

    RispondiElimina
  2. come hai fatto a stabilire che fosse cacca di colibrì?!?!

    RispondiElimina
  3. BUON ANNO!!! Finalmente anche io posso dire: anno bisesto anno funesto...tié!
    Un abbraccio e un bacione per iniziare bene il nuovo anno!

    RispondiElimina
  4. Perché hai cancellato il mio commento?
    :-(

    RispondiElimina
  5. Il concerto di Jovanotti è stata una delle serate migliori che ho passato nel 2008 (esattamente il 30 Maggio al Palasharp a Milano). Anche lì tra fumi (per lo più altrui) e birra (che faceva al quanto pena ma di meglio non si trovava). Anche io ho scoperto tante cose nuove grazie a JovaNews, ho anche le foto (qualora non le avessi fatte). Comunque se non ti piacciono i petardi non andare mai a Monaco di Baviera per capodanno: siamo stati all'Olympiapark perchè tutti dicevano che da là si vedevano bene i fuochi d'artificio, infatti si vedevano benissimo, peccato che a spararli erano le migliaia di persone presenti, in tutte le direzioni possibili. Sembrava di essere in trincea, occhi spalancati (per quanto fosse possibile con tutto il fumo che si era creato) per evitare i vari razzi che sbagliavano direzione.
    Ste

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Vorrei un gesso e un whisky liscio

A voi capita mai che, in certi momenti particolari, vi succeda qualcosa che vi riporta a una particolare canzone, o addirittura ad un solo suo verso? A me è venuto in mente questo:  " Quello che importa in una persona è l'immagine che dà..." In che occasione? Stamani. Quando uno dei bimbi mi ha chiesto se abitualmente bevo whisky. Devo dire che dopo lo scorso anno dove ho tenuto un profilo piuttosto basso, quest'anno mi sono data di più ai ragazzi diventandone confidente, raccogliendo battute, sfoghi, pianti, risate. E mi sono aperta alle loro curiosità (ma dove abiti? Ma come mai fai la bidella? A te che profumo piace? Veramente ti piace l'insalata di cavolo crudo?). Non mi sono mai chiesta come mi vedessero dai loro occhi. Però tutto mi pensavo fuor che essere passata da grande bevitrice!

Meglio che niente faccio l'insegnante.

C'è stato un tempo in cui volevo fare la maestra. Secondo me è in fase da cui un po' tutte passiamo (passavamo, adesso vogliono fare l'estetista e il tatuatore, e lo dico perché mi è successo di leggerlo nei temi). Come la fase del "da grande voglio fare il veterinario". Poi la fase ci passa e io ne sono stata ben lieta perché mi sono resa conto che non avrei la pazienza necessaria. Quando facevo l'educatrice nei doposcuola il lavoro mi piaceva ma c'erano alcuni ragazzetti che me le avrebbero tolte dalle mani e in una classe vera, per più ore al giorno, sarei stata veramente in difficoltà. Tutto questo preambolo per dire che nella mia mente l'insegnante è ancora una professione per cui serve una sorta di vocazione. Un qualcosa di più anche dell'esserci portati. A maggior ragione oggi giorno che queste generazioni di bambini è ragazzi sono sempre più complesse da gestire (perché tale è diventata la società, in fin dei conti). Ecco, pare che sia

San Remo 2012

Ormai anche io seguo fedelmente San Remo ogni ann o, puntata per puntata. Dopo che per un pò di anni lo avevo evitato accuratamente, se non facendo lo zapping strettamente necessario per beccare quel paio di cantanti che mi interessavano.  E' che seguirlo in compagnia è tuuutta un'altra cosa! Quanto ho riso in questi due anni passati con Bernacca, roba da lacrime agli occhi! Quest'anno avevamo programmato da giorni una chat live su skype perchè lei non frequenta social network. Il piccione non ha perso occasione e ora il suo pc non funziona più. Però ci hanno pensato le mie amiche blogger a tenermi compagnia! E che compagnia!!! Come ho già detto quest'anno il Festival non mi è piaciuto e, in corso d'opera, non ho cambiato idea.  Trovo difficile scrivere delle cose che mi sono piaciute di più. Quest'anno quindi non ci saranno classifiche o votazioni, ma un bell'elenco di promossi e bocciati! Gianni Morandi . Rimandato a settembre : non l