Metafore al cloro

Oggi, dopo circa due anni, mi rinfilo il costume "olimpionico" e torno a nuotare. Non torno però nella piscina che mi ha vista letteralmente crescere. Ci sono entrata che avevo 8 anni e ce ne ho passati quasi 20. L'ho tradita due volte, per opportunismo, perché ne avevo altre più vicine, a Firenze e a Faenza, ma, mentre ero con loro, pensavo a lei. Poi c'è stata un'altra scappatella, di un solo pomeriggio, perché l'altra mi faceva l'occhiolino e si svendeva (e si sa, gratis è buono tutto). Ma non mi è nemmeno piaciuto, figuriamoci. Per quanto ami adagiarmi nella routine non c'è verso: la vita mi impone sempre di cambiare. Dovrò andare in quest'altra nuova piscina, perché raggiungere il mio primo amore è troppo dispendioso di tempo e benzina. Lì funziona tutto diversamente, phon, docce, corsie, armadietti. Mi dovrò abituare di nuovo a qualcosa di diverso. Quante volte l'ho fatto nella mia vita! Non sarà certo un phon a gettoni a fermarmi!

Commenti

  1. Mamma mia io pure devo tornare a fare un pò di moto!! sto diventando di legno!! Brava Lunga!!

    RispondiElimina
  2. Io ho intenzione di andare in piscina questa primavera con la piccola!!! Sai che bella esperienza?

    RispondiElimina
  3. io e le piscine non andiamo molto d'accordo...
    comunque fai benissimo così ti tieni in forma!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

L'insegnamento di nonna

Essere servizio-civilista