Segnalazione con augurio

Mi sembra una vita che non scrivo al blog, eppure è solo da sabato. Le giornate si susseguono veloci e lente al tempo stesso. So solo che non vedo l'ora che arrivi fine mese, anche se sono spaventata da un'infinità di cose.

Volutamente, non mi fermo a pensare e a scrivere. Almeno adesso.

Vorrei però raccontarvi una cosa. Ieri sono tornata alle 20.30 dal lavoro, tempo di cucinare, chiaccherare con Bernacca, lavare i piatti ed erano già le 22.30. Allora ho letto un pò il televideo, mi sono incazzata con il Berlu e ho navigato un pò su Facebook dal cellulare.
A quel punto sono attrata da una pagina, questa: https://www.facebook.com/pages/Addio-Wouter-Weylandt/100783850011120. Confesso di essere stata un pò fuori dal mondo in questi giorni, non sapevo cosa fosse successo, quindi mi sono documentata ben bene. Anche leggendo i commenti su questa stessa pagina. 
Ecco, ho letto delle cose che mi hanno ghiacciato il sangue e soprattutto ho scovato quest'altra pagina: https://www.facebook.com/pages/Maglietta-nera-per-Wouter-vincitore-del-Lutto-DItalia/164256693635767
Io non avevo mai sentito parlare di questo ragazzo, non seguo affatto il ciclismo ma so che la tappa oggi partiva da Piombino e se fossi stata a casa e libera ci sarei andata, perchè è un evento sportivo "storico" e mi sarebbe piaciuto esserci, anche se non ci sono più quelli che erano veramente ciclisti con la C maiuscola, come Bartali, o Coppi. E sapere che un evento del genere è stato funestato dalla morte di un ragazzo che stava per diventare padre mi rattrista tanto.
Ma mi rattrista di più leggere quei commenti di una cattiveria inaudita, gratuitamente scritti per ferire e offendere una persona che non c'è più.Ma cos'ha la gente nella testa? Ce l'ha un cervello? Sono senza parole dalla rabbia.
Quindi vi chiedo: segnalate la pagina? Purtroppo non è possibile fare nient'altro. Ma chissà (e dico una cosa che "non sta bene" neanche pensare) che questi personaggi facciano un bel volo dalla bici anche loro. Va bene anche dalle scale, basta che il risultato ultimo sia che la botta in testa li faccia in qualche modo smettere di sparare tali cazzate.

Commenti

  1. caspita definirlo schifo è davvero poco,la gente NON ha un cervello,non riesco neanche minimamente a comprendere il perchè di queste pagine...sono senza parole

    RispondiElimina
  2. ... sono senza parole ...
    la cattiveria umana non ha veramente fine!

    RispondiElimina
  3. bleah...200 teste di c!
    scusami!

    RispondiElimina
  4. Ho subito segnalato la pagina ed ancora adesso non capisco come possano gli amministratori di FB non averla ancora censita/chiusa...la cosa che più mi fa male è sapere che esistono al mondo delle persone (sarebbe meglio definirle in altro modo) così crudeli e completamente fuori di testa...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

L'insegnamento di nonna

Essere servizio-civilista