giovedì 5 gennaio 2017

Buoni propositi dell'anno nuovo

Caro 2017, se mi permetti, per come è andato il tuo predecessore, dovresti essere tu a fare dei buoni propositi nei miei confronti. Mica per altro, è che il 2016 mi ha scientificamente dimostrato la popolare correlazione tra il bisesto e il funesto.
Caro 2017, mica mi vorrai far iniziare a credere che il 17 porta merda per davvero?!
Ora, sempre se mi permetti, vorrei darti dei piccoli suggerimenti. Giusto per non sbagliare.
1 - Ora, non dico di farmi trovare un lavoro vero, sia mai (anche perché sennò mi va a monte il titolo e l'idea del blog!). Però puoi fare in modo che quelle 12 lire che guadagnerò non li spenda tutti in farmacia e dai dottori? No, perché mia nonna di 90 anni suonati sta decisamente più in salute di me.
2 - Me lo fai finire l'anno da donnina accasata? E non come ora che l'altro giorno a quella del call center che voleva parlare con un altro membro della mia famiglia volevo passarle il gatto?
3 - Ultimo regalino: me la fai fare una bella vacanzina lontana da ospedali, diluvi, frane e stranguglioni vari?
Grazie, te ne sarei molto grata. Ci rivediamo a dicembre, caro 2017, e guai a te che poi facciamo i conti.

Nessun commento:

Posta un commento