Il fondo

Sabato serata ho toccato il fondo.
Sono arrivata al punto che il mio adorato Daniele descrive così: Più giù di così C'è solo da scavare.
E poi quando si tocca il fondo si dice che si può solo risalire. La speranza è quella, almeno.
Perchè non voglio più stare male così, e nemmeno fare star male le persone che mi stanno vicine. Ho ceduto alle delusioni, al dolore, alla perdita, allo stress. Troppe cose, tutte insieme.
Ora mi sono detta che è finito il tempo del pianto e devo reagire.
E ora... per riprendermi, per riprendermi, ci vuole un argano a motore.



Commenti

  1. Ti voglio combattiva! Su dai cara! Prendi pure la mia mano e ripartiamo!! Tanti tanti baci!

    RispondiElimina
  2. Qualsiasi cosa sia, un abbraccio sincero...forza Ire che sei più che in gamba! :)

    RispondiElimina
  3. Forzaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!^_^

    RispondiElimina
  4. mi spiace sentirti così giù! forza forza forza!!

    RispondiElimina
  5. La nostra felicità più grande non sta nel non cadere mai, ma nel risollevarsi sempre dopo una caduta.

    (Confucio)

    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  6. Forza cara, per risalire basta anche solo un piccolo sforzo!

    RispondiElimina
  7. Forza e coraggio Irene!! Ti capisco tantissimo ma sei una ragazza dalle grandi risorse..ce la puoi fare a risalire, anche senza argano a motore! ;-)

    Mi sono followerizzata con te anche su twitter! ^^

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

L'insegnamento di nonna

Essere servizio-civilista