lunedì 3 aprile 2017

La felicità di chi nemmeno ci ha provato

Ho giusto appena saputo dal mio migliore amico di gossip (facebook) che una mia compagna di università si è sposata. Conviveva da molto ed era fidanzata da una vita. Col suo adesso marito viaggia, condivide passioni e sfizi (fonte: facebook). Non siamo rimaste in rapporti stretti, sebbene ottime compagne di studi, non eravamo confidenti. Le ultime notizie dirette sulla sua carriera post universitaria erano che stava cercando di studiare per l'esame di stato, ennesimo scaglione di difficoltà di una professione che indietro ti da poco.


Poi la gran virata: cercare un lavoro vero, di quelli che hanno malattia, contributi, ferie, stipendi che ti consentono di VIVERE, rompimenti di coglioni sì, ma al giusto tariffario. Addirittura il TEMPO INDETERMINATO.

L'ho vista viaggiare, arredare, comprare (sempre fonte facebook)... Mentre io al momento sto assumendo tre diversi tipi di fermenti intestinali per riuscire a superare le ultime esperienze lavorative, in cui ho provato a costruirmi una "carriera" nel "sociale", visto che questa era la mia ambizione lavorativa. E invece ho trovato solo il modo di farmi sfruttare in una falsa occupazione.


La domanda sorge spontanea. Ma chi cazzo me l'ha fatto fare???


4 commenti:

  1. ahahahah, si va beh...ma quella lì è un'aliena...aspetta che ti metto nel blogroll

    RispondiElimina
  2. Se mi dai la tua mail...ti giro un invito...e poi leggerai...

    RispondiElimina
  3. La vita sai che ci regala sempre un sorriso
    Maurizio

    RispondiElimina